Archivi categoria: Made in Italy

Il terzista Remagni Buoli incontra il ministro Centinaio

Il terzista Remagni Buoli incontra il ministro Centinaio

Innovazione, comunicazione, difesa del Made in Italy e più contoterzisti con la voglia di trasformare il terriotorio attraverso i giusti investimenti, una buona dose di coraggio e idee chiare. Il Vice Presidente di Apima Cremona incontra il ministro delle politiche agricole a Milano, durante un convegno dedicato alle filiere agroalimentari. Milano – Al Forum “FilierAgritalia”,… Leggi tutto »

Rapporto Ismea sulla competitività dell’agroalimentare italiano

Dai numeri dell’agroalimentare italiano tre considerazioni dell’Ismea: 1. L’agroalimentare è settore che – in particolare nella sua componente agricola – ha mostrato una grande tenuta economica e sociale nel corso della crisi e una buona capacità di ripartire per agganciare la ripresa. I segnali positivi sono stati numerosi. 2. Restano forti squilibri strutturali della filiera… Leggi tutto »

L’agricoltura giallo-verde

L’agricoltura giallo-verde

Nel contratto di governo “agricolo” Lega-5 Stelle tanta voglia di protezionismo. Pubblichiamo l’editoriale del Direttore del “Corriere Ortofrutticolo“. di Lorenzo Frassoldati Non si sa quale fine farà il contratto di governo Lega-5 Stelle alla luce degli sviluppi della crisi politico-istituzionale in corso. Temiamo però che il governo Cottarelli avrà vita breve. Si annuncia un governo… Leggi tutto »

Prodotti biologici: nuovo regolamento europeo

  L’europarlamento ha approvato la nuova regolamentazione su produzione e etichettatura dei prodotti biologici con 466 voti a favore, 124 contrari e 50 astensioni. L’Italia però ha votato contro. Vediamo di cosa si tratta. Nuove regole sui prodotti biologici dal Parlamento europeo. Sono previsti controlli più rigorosi, nuove norme per contrastare la contaminazione e la… Leggi tutto »

Un patto per la continuità dello zucchero italiano

Un patto per la continuità dello zucchero italiano

Uncai in prima linea in difesa della filiera dello zucchero italiano.  Basta una firma per aiutare a rendere visibile un comparto importante per il territorio e per le persone che ci lavorano: 7000 aziende agricole, 500 collaboratori fissi e 300 stagionali della Cooperativa Produttori Bieticoli e 1500 imprese dell’indotto tra contoterzisti, trasportatori, rivenditori di mezzi… Leggi tutto »