Corn cracker Scherer per fare la differenza in campo

Di   13 luglio 2017
Condividi:

Dalla collaborazione tra l’Unione Nazionale Contoterzisti Agromeccanici e Industriali – Uncai e Agri Parts nasce un’offerta unica per gli associati.

Corn cracker Scherer HDS

Corn cracker Scherer HDS con rulli a profilo “twin cut”

I soci UNCAI possono, infatti, approfittare di una vantaggiosa offerta sui corn cracker Scherer HDS con rulli a profilo “twin cut”, distribuiti in esclusiva in Italia da Agri Parts srl insieme a tutti i prodotti Scherer. Agri Parts mette inoltre a disposizione una gamma completa di prodotti con convenzioni riservate esclusivamente ai contoterzisti associati Uncai.

Dettagli dell’Offerta

I corn cracker Scherer HDS con rulli a profilo “twin cut” per lunghezze di taglio oltre i 25 mm possono essere applicati su tutte le trinciacaricatrici Jaguar serie 492 e 493 (è disponibile anche il modello per applicazione su modelli 494-496-497). Già utilizzata negli Stati Uniti da anni, questa tecnica di taglio lungo permette di unificare rumine e proteina con il solo insilato di mais eliminando costi ma soprattutto contribuendo a un maggiore rendimento degli animali nella produzione del latte.

Altre caratteristiche del corn cracker Scherer

  • Cuscinetti in bagno d’olio con impianto lubrificazione forzata separato da quello macchina
  • Monitor temperatura cuscinetti in cabina per il controllo costante del corretto funzionamento della macchina
  • Manutenzione semplificata grazie all’apertura “a valigia”.

Per eventuali chiarimenti o effettuare l’ordine è necessario contattare:
Ivano Selleri – Cell. 335-8407262 – Email ivanoselleri@agriparts.it

Taglio lungo – VANTAGGI

Un sistema di trinciatura che rompe perfettamente la granella e il tutolo di mais, consentendo una lunghezza teorica di taglio di 25 mm anziché 12-19, senza però ottenere il tipico insilato lungo, spugnoso e difficile da compattare in trincea del passato, quando si provava a superare i 15 mm. Il risultato è un prodotto che migliora la funzione ruminale, la salute e la produzione di latte delle vacche, con costi di alimentazione inferiori. Per raggiungere una lunghezza di taglio del mais di 25 mm teorici occorre però installare sulla trincia semovente un rompi granella in grado di resistere alle sollecitazioni di un’operazione meccanica resa ancora più intensa.

I vantaggi di un insilato lungo sono stati dimostrati. Studi dell’Università del Wisconsin e della Cornell University di New York hanno evidenziato tre vantaggi dell’insilato tagliato lungo: granella e tutolo più frantumati, più fibra digeribile (NDF) e più peFiber. Questi aspetti, favorendo la funzione ruminale dell’animale, consentirebbero di aumentare la quota di trinciato rispetto ad altri mangimi come paglia e fieno, con costi di alimentazione ridotti. Inoltre, incrementerebbero la produzione di latte e la salute degli animali.

Le nuove attrezzature permettono oggi di tagliare lungo senza più ottenere pezzi simili a “mozziconi di sigaretta spugnosi” che in passato non si compattavano facilmente in trincea. Gli attuali sistemi tagliano la pianta in modo da permettere all’insilato di compattarsi meglio, un po’ come l’erba pressata e fasciata. Inoltre, grazie alla maggiore superficie di contatto tra le cellule permessa da un taglio lungo, viene favorita l’attività microbica e la fermentazione in trincea.

Costi e benefici

In media il rompigranella per insilato lungo richiede il 5% di potenza in più rispetto a uno tradizionale. Di poco superiori sono anche i tempi necessari per la trinciatura. Tuttavia le migliori prestazioni delle vacche e i costi di alimentazione ridotti indicano che si tratta di un investimento in grado di portare vantaggi economici all’azienda agricola. I costi più elevati per l’operatore possono essere coperti dal valore economico maggiore dell’insilato.